La campagna VBM “NO Punture” premiata con il Marketing Excellence Award 2016

Giugno 2016

La campagna “No Punture” realizzata da VBM Comunicazione per Bayer Italia si aggiudica il Marketing Excellence Award 2016, il riconoscimento che la multinazionale assegna alla migliore campagna di marketing messa a punto dalle sue divisioni in tutto il mondo.

​La campagna “No Punture” è una campagna educazionale e informativa promossa da Bayer con l’obiettivo di sensibilizzare i proprietari di animali sul pericolo rappresentato dalle punture di parassiti come pulci, zecche, zanzare e pappataci, che possono trasmettere al cane pericolose malattie. Con questa campagna, firmata VBM comunicazione, la divisione Sanità Animale di Bayer Italia si è aggiudicata quest’anno il Marketing Excellence Award, un premio che la multinazionale tedesca assegna al migliore progetto di marketing scegliendo tra tutti quelli presentati dalle sue divisioni, a livello mondiale, nei precedenti 12 mesi.

Il visual principale della campagna è un cucciolo con il pelo ricoperto di cerotti accompagnato dal claim che recita:  “Nessun cane vuole essere punto. Punto” , mentre le informazioni sono veicolate attraverso diversi mezzi: pubblicità stampa, poster e altri materiali per l’ambulatorio veterinario e il pet-shop, una guida cartacea ai parassiti e cinque video educazionali pubblicati sul web.

Il protagonista della guida e dei video, che spiegano in modo semplice e chiaro perché è meglio usare un antiparassitario che impedisce ai parassiti di pungere, è il simpatico bracco Punto, creato dall’illustratrice piacentina Liza Schiavi. Un personaggio che lascia il segno e che, in tandem con il cagnolino con i cerotti, è riuscito nell’impresa di conquistare la giuria di Bayer.

Per VBM comunicazione il lavoro sulla campagna No Punture non finisce qui. La campagna diventa internazionale e i materiali concepiti per l’Italia saranno adattati per le versioni internazionali.

 

Campagna No Punture

< Tutte le news